L'Addestramento

Il Ninjutsu Kojiki prevede un tipo di addestramento molto duro e faticoso diviso in tre sezioni.

Allenamento Aerobico:
Un Ninja non è un semplice guerriero, ma molto di più, sia fisicamente che mentalmente. Il corpo umano con l’evoluzione ha dimenticato molte delle capacità che in stato primitivo era in grado di compiere. Fisicamente la tecnologia e le comodità hanno infiacchito abbastanza quello che è il corpo umano. Ma basta guardare gli atleti acrobati professionisti per rendersi conto di cosa è in grado di fare un corpo umano al massimo delle sue potenzialità. La predisposizione fa molto in tutto questo ma chiunque può risvegliare dentro di se quella che è l’agilità sopita che è dentro ognuno di noi. Gli esercizi che vengono compiuti in fase iniziale sono atti a risvegliare e aumentare la resistenza, l’elasticità e la flessibilità del corpo. Dopo di che si comincia il primo approccio a evoluzioni aeree come salti per incrementare l’elevazione e alle capriole.
Le attività aeree in principio sono dure e faticose visto che il corpo deve abituarsi alle botte dovute all’impatto col suolo, e ai movimenti da compiere in volo, e anche la mente deve psicologicamente sbloccarsi dalla paura di lanciarsi in queste imprese. Dopo uno speciale allenamento atto ad abituare il corpo e la mente all’elevazione, alla concentrazione dei propri movimenti in volo e all’impatto con il suolo, i risultati si vedono immediatamente. La pazienza e il tempo portano a dei risultati ottimi e ad imparare a controllare il proprio peso in volo senza alcuna difficoltà ne paura.

Ma l’addestramento del Ninjutsu Kojiki non prevede solo una serie di esercizi di stretching marziale e un duro allenamento aereo e acrobatico. La parte più importante dell’addestramento fisico del Ninjutsu Kojiki e concentrato sulla resistenza fisica, alla coordinazione dei propri movimenti e del controllo totale del nostro corpo. Noi crediamo di avere il controllo totale del nostro corpo ma in realtà lo abbiamo solo al 50%. Basta fare un esempio: muovere una mano in un verso, l’altra in un altro senso e fare altre cose diverse con il resto degli arti. Nel Ninjutsu Kojiki ci sono degli esercizi psicomotori dove viene attivata la mente e viene connessa ad ogni parte del nostro corpo facendo si che con una serie di movimenti riusciamo a compiere diverse gesta contemporaneamente con ogni parte del corpo.

Allenamento all’Aperto:
L’allenamento all’aperto non è affatto da sottovalutare poiché incrementa tantissime qualità che sono utilissime sia in ambito fisico che psicologico. Allenarsi all’aperto vuol dire mettere il proprio copro in un ambiente ostile ed imprevedibile e apprendere meglio su noi stessi quando ci troviamo immersi nel nulla di notte. Ebbene si, è previsto anche un allenamento notturno dove viene messa alla prova la nostra forza psicologica allenandoci a cancellare paure e dubbi, abituando i nostri sensi più nascosti e sviluppandoli. Sensi, fiato,resistenza, sensibilità e riflessi giocano molto durante l’addestramento all’aperto, e vi sono vari eserciti e percorsi di addestramento che sono studiati per incrementare tutte queste nostre qualità sopite. In oltre si impara ad amare, rispettare ed apprezzare quella che è la natura e ciò che può offrire poiché è l’ambiente dove noi viviamo e in natura siamo nati.

Combattimento:
Il combattimento è una parte essenziale di questa disciplina poiché non ci limitiamo solo a eseguire Kata e movimenti coreografici per memorizzare le varie tecniche di combattimento. Gli allievi si cimentano in tre tipologie di combattimento con regolamento e protezioni annesse e per approcciarsi in principio, per poi abituarsi a quello che è il vero e reale combattimento corpo a corpo. Queste tre tipologie di combattimento si suddividono in (Combattimento Corpo a Corpo in Piedi - a Terra e con le Armi) in modo da essere in grado di poter mettere in atto il principio fondamentale di questa disciplina per quanto riguarda la lotta, ovvero riuscire a combattere contro qualunque tipo di avversario. Il combattimento in piedi lavora molto sui riflessi il fiato e la velocità poiché è tutto un parare, schivare e colpire. Il combattimento a terra lavora sulla forza fisica e la resistenza muscolare, poiché ci si cimenta a cercare di sopraffare l’avversario per bloccarlo o stritolarlo e ad evitare che lui faccia lo stesso con noi. Mentre il combattimento con le Armi incrementa quelle che sono dimestichezza nei movimenti con le armi in mano, velocità, riflessi e prontezza di idee lavorando quindi sulla concentrazione mentale. Il combattimento in allenamento viene suddiviso in tre per migliorare queste qualità individualmente, in modo che una volta abituati a sapersi comportare benissimo in queste tre sezioni separate, si può andare ad allenarsi nel combattimento completo, che prevede le sezioni unificate in un unica tipologia. Combattendo pronti a colpire e schivare, proiettarsi a terra ed evitare di essere proiettati, sapersi difendere e sopraffare l’avversario anche se si finisce per terra, e saper incassare e attaccare sia con le armi che a mani nude.

In pratica l’addestramento del Ninjutsu Kojiki per quanto riguarda la parte fisica prevede un risultato dove viene incrementata, la resistenza, l’agilità, la flessibilità del corpo, la propria elevazione, la velocità dei movimenti e il pieno controllo del corpo, potendo così compiere diversi movimenti con gli arti e utilizzare tecniche con armi e a mani nude considerevolmente impeccabili. Mentre per quanto riguarda la parte del combattimento prevede un risultato dove viene incrementata, l’abitudine al combattimento reale, cancellando quindi quelle che sono ansia e terrore, riflessi, forza fisica, controllo di essa, del corpo e delle proprie azioni e in fine l’incremento della forza di resistenza all’impatto agli attacchi subiti.